fbpx

Impianto solare termico

calore naturale.

Impianto solare termico: come funziona e quali sono i vantaggi

Dove sfruttare l’energia del sole se non in Italia?
La nostra penisola, grazie alle sue condizioni metereologiche, è uno dei paesi europei con il maggiore potenziale per il solare termico. La radiazione solare supera nel Lazio e a Roma e provincia i 42.22 kWh consentendo, tramite l’uso di pannelli solari termici, di risparmiare almeno il 50% sui costi per scaldare l’acqua.

Impianto solare termico
Indice
    Add a header to begin generating the table of contents

    Cos’è il solare termico?

    L’impianto solare termico è una tecnologia che, sfruttando i raggi solari, trasforma l’energia solare in energia termica, ossia calore, senza produrre emissioni dannose.
    Il calore generato può essere utilizzato sia per l’acqua calda sanitaria, sia per l’alimentazione di impianti di riscaldamento a bassa temperatura.

    Come funziona un impianto solare termico?

    Il funzionamento di un impianto solare termico è molto semplice. I raggi del sole colpiscono il pannello, una piastra captante che, grazie alla sua geometria e alle proprietà della sua superficie, assorbe energia solare e la converte in calore. Scaldandosi il pannello trasferisce il calore ad un fluido termovettore (una miscela di acqua e antigelo) che, a sua volta, cederà il suo calore per riscaldare un serbatoio di acqua. Il serbatoio di accumulo avrà la funzione di una vera e propria caldaia che, a richiesta, immette l’acqua calda così prodotta nei circuiti dell’abitazione.
    In base al funzionamento descritto esistono 2 tipi di Impianti solari: Impianti solari a circolazione naturale e Impianti solari a circolazione forzata.

    Impianti solari a circolazione naturale

    Questa tecnologia sfrutta il principio naturale secondo cui il calore si sposta verso l’alto.
    Il fluido riscaldandosi all’interno dei pannelli diventa più leggero del fluido freddo all’interno del serbatoio e questa differenza di densità determina una circolazione naturale per mezzo della quale il fluido caldo cede il calore all’acqua contenuta nel serbatoio. Una volta che si raffredda il fluido ricade quindi nel punto più basso del circuito del pannello.
    Naturalmente per attivare questo processo il serbatoio deve essere sopra e il più vicino possibile ai pannelli.
    È la tipologia di impianto più diffusa grazie alle dimensioni ridotte e ai costi contenuti.

    Impianti solari a circolazione forzata

    In questo caso il bollitore è collocato all’interno dell’abitazione e viene collegato ai pannelli per mezzo di tubazioni in cui scorre il fluido attivato da una pompa elettrica. La pompa si attiva quando la temperatura del pannello è maggiore della temperatura impostata nel serbatoio, a questo punto infatti, tramite uno scambiatore di calore, il calore del serbatoio viene trasferito all’acqua calda dell’impianto.

    TIPOLOGIA TIPOLOGIA ABITAZIONE CARATTERISTICHE VANTAGGI SVANTAGGI
    Circolazione Naturale Piccole abitazioni. Serbatoio sul tetto. Semplicità e velocità di installazione.
    Assenza di pompe e centraline.
    Costi contenuti.
    Indicato solo per la produzione di acqua calda sanitaria in zone dal clima mite.
    Peso elevato.
    Circolazione forzata Abitazione medio, grandi. Serbatoio verticale interno. Più efficienza, migliore impatto estetico.
    Indicato sia per la produzione di acqua calda sanitaria che per il riscaldamento.
    Costi più elevati.

    In base alla tipologia di pannelli esistono invece due tipi di collettori: a piani vetrati e a tubi sottovuoto.

    Pannelli solari piani vetrati

    Arrivano a sfiorare la temperatura di 100 gradi, sono formati da una copertura in vetro scuro protettivo che crea l’effetto serra per trattenere il calore. Sotto il vetro sono presenti dei tubi in rame al cui interno scorre una miscela di acqua e gelo che trasferirà il calore tramite una serpentina all’acqua del serbatoio.
    I pannelli si distinguono tra selettivi e non selettivi in base ai prodotti utilizzati per scurire il vetro (i selettivi riescono a trattenere fino al 15% di calore in più).
    pannelli fotovoltaici

    Pannelli solari a tubi sottovuoto

    Raggiungono la temperatura di 250 gradi con un rendimento annuo di circa il 15% più elevato rispetto ai collettori a piastra. La principale differenza con i pannelli tradizionali è data dal fatto che ogni tubo in vetro contiene un altro tubo in cui scorre l’acqua. Tra i due tubi viene realizzato il vuoto creando così un effetto thermos che riduce le dispersioni di calore.
    Impianto solare termico tubi sottovuoto
    TECNOLOGIA REGIONI D'ITALIA VANTAGGI SVANTAGGI
    Collettori solari piani vetrati Centro/sud Italia Costi contenuti Buona efficienza solo con temperature miti
    Collettori solari a tubo sottovuoto Nord Italia Ottima resa anche con temperature basse e con tempo nuvoloso Manutenzione più frequente
    Costi più elevati.

    Che differenza c’è tra fotovoltaico e solare termico?

    Si fa ancora molta confusione tra pannelli fotovoltaici e pannelli solari termici. Hanno in comune certo la produzione di energia attraverso i raggi solari, ma con due tecnologie totalmente differenti:

    pannelli fotovoltaici
    pannelli fotovoltaici

    convertono l’energia solare in corrente elettricaLe spese comprendono la dismissione dell’impianto esistente e la fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature della pompa di calore. Attenzione, l’installazione di un impianto di condizionamento a pompa di calore dedicato al solo raffrescamento non è considerato un intervento trainante agevolabile.

    pannelli solari termici
    pannelli solari termici

    invece, accumulano il calore per scaldare l’acqua

    Entrambi dunque aiutano all’efficientamento energetico della casa, ma con una funzione totalmente differente. I pannelli fotovoltaici servono per produrre energia per l’illuminazione o la pompa di calore, mentre i pannelli solari termici servono per scaldare l’acqua calda sanitaria o l’impianto di riscaldamento a pavimento.

    I pannelli solari, a differenza dei pannelli fotovoltaici, richiedono un investimento economico contenuto, sono facili da collocare e richiedono uno spazio molto piccolo.

    Installazione dei pannelli solari: orientamento, pratiche, tempistiche e consigli

    L’orientamento migliore dei pannelli solari a Roma e Provincia e in Italia in genere è verso sud, sud-ovest, con un’inclinazione tra i 25° e i 35°, evitando zone d’ombra causate da alberi, antenne, palazzi.

    L’installazione ricade tra gli interventi di manutenzione ordinaria (art. 6 del Testo Unico sull’Edilizia). Tuttavia è sempre importante verificare che il regolamento edilizio del tuo Comune non contenga eventuali deroghe. Occorre inoltre prestare attenzione ai luoghi di particolare pregio paesaggistico o con edifici vincolati. In questo caso potrebbero essere richieste delle pratiche in Soprintendenza.

    Pannelli solari termici: i costi, detrazioni e bonus

    Come abbiamo visto esistono molte tipologie di pannelli solari termici con sensibili differenze di prezzo.

    I pannelli solari a piani vetrati a circolazione naturale sono i più economici. Per un’abitazione di 4 persone si spenderà circa 3500 euro. Nel caso invece di pannelli a tubi sottovuoto circa 5000 euro.

    Per un impianto a circolazione forzata i costi saliranno fino a 6000 euro.

    Grazie agli incentivi fiscali è possibile detrarre fino al 65% in 10 anni per la sostituzione di impianti di riscaldamento tradizionale attraverso l’Ecobonus, oppure si può richiedere il bonus ristrutturazioni al 50%.

    Pannelli solari termici, le nostre conclusioni

    Ma quindi conviene o no installare dei pannelli solari termici nella propria casa?
    La risposta, ci perdonerete, è sempre la stessa: dipende.

    Dipende dal tipo di impianto che oggi utilizzate per scaldare l’acqua. Se utilizzate uno scaldabagno elettrico ad esempio è senza dubbio un intervento conveniente.

    Dipende anche dalla zona d’Italia in cui vi trovate. Da Roma in giù l’impianto ha certamente delle prestazioni migliori.

    Dipende dal consumo di acqua della famiglia e dal budget.

    Ci dispiace non fornirvi quindi una risposta chiara ed esaustiva, ma sarebbe poco serio per noi e poco conveniente per voi avere un responso che vada bene per tutti.

    È per questo che noi della Tecnogreen effettuiamo consulenze gratuite telefoniche e sopralluoghi in tutto il centro Italia (in particolare Roma e Provincia) per fare insieme una puntuale diagnosi energetica dell’edificio e dei consumi e indicarvi la soluzione migliore per le vostre specifiche esigenze.

    Se siete quindi interessati ad efficientare la vostra abitazione scriveteci alla mail info@tecno.green oppure chiamateci al numero +39 0639744057 per una prima consulenza telefonica.

    Torna in alto
    ×