fbpx

Impianto fotovoltaico a Roma e Provincia

l'energia a costo zero.

Impianto fotovoltaico: tipologie, incentivi e prezzi. Tutto quello che devi sapere prima dell’acquisto

 

La tecnologia e la competenza di Tecnogreen nel settore del fotovoltaico sono la soluzione più conveniente ed ecologica per produrre energia elettrica pulita nel territorio di Roma e Provincia. Una tecnologia che consente di abbattere i costi in bolletta dotandosi di uno strumento sostenibile e durevole nel tempo.

Pannelli fotovoltaici casa
Indice
    Add a header to begin generating the table of contents

    Quali sono i principali componenti di un impianto fotovoltaico?

    L’impianto fotovoltaico è composto da 3 componenti fondamentali:

    Moduli fotovoltaici
    Moduli fotovoltaici

    chiamati anche semplicemente pannelli: convertono la luce del sole in Volt, in energia elettrica dunque, sfruttando l’effetto indotto da un flusso luminoso. Sono composti dall’unione di cellule fotovoltaiche realizzate in silicio, un materiale semiconduttore che, stimolato dai fotoni, libera gli elettroni generando così un flusso elettrico. Questa semplice, ma meravigliosa reazione è possibile perché la carica nulla della radiazione solare attraversa un materiale semiconduttore, producendo così, senza inquinare, l’energia elettrica. Le singole celle fotovoltaiche vengono collegate in serie formando così un modulo fotovoltaico.

    Inverter
    Inverter

    è il cuore dell’impianto. Permette di convertire la corrente continua generata dai pannelli in corrente alternata utilizzabile dunque per gli impianti domestici.

    Batterie

    è un sistema opzionale, che può essere aggiunto all’impianto per accumulare l’energia prodotta durante il giorno e non immediatamente utilizzata.

    Come funziona un impianto fotovoltaico?

    In base al diverso flusso di energia esistono 3 tipologie di impianti fotovoltaici residenziali.
    Tipologie impianto fotovoltaico
    Grid-connect:
    Grid-connect:

    sono impianti collegati sia all’impianto elettrico di casa o di lavoro sia alla rete elettrica nazionale. Quando il pannello produce più energia di quella consumata in quel momento dalla casa, l’energia in surplus viene venduta alla rete elettrica nazionale ed è remunerata dal GSE (Gestore dei Servizi Energetici) attraverso il contratto di scambio sul Posto.

     Stand Alone (o Off grid)
    Stand Alone (o Off grid)

    chiamati anche “Impianti ad isola” non sono collegati alla rete elettrica nazionale, l’energia prodotta viene consumata dall’abitazione e quella in eccedenza viene immagazzinata in batterie di accumulo. L’eventuale energia residua, cioè quando le batterie sono completamente cariche viene persa e dissipata in calore. Sono consigliati per seconde case in cui è difficile avere un allacciamento alla rete pubblica, baite, le case di campagna, barche, camper…

     Impianti ibridi

    sfruttano sempre i sistemi di accumulo di energia (le batterie), ma sono anche connessi al sistema elettrico di distribuzione dal quale attingono energia in caso in cui gli accumulatori siano scarichi). In questo caso l’energia prodotta dai pannelli viene prioritariamente consumata dall’abitazione, quella in surplus viene immagazzinata nelle batterie e quella in eccedenza viene venduta alla rete elettrica nazionale.

    TIPOLOGIA IMPIANTO VANTAGGI SVANTAGGI
    Grid-connect Costo dell’impianto contenuto, energia costante Costi in bolletta alti per consumi notturni
    Stand Alone Nessun costo fisso delle bollette Approvvigionamento di energia non costante, possibili carenze di energia nelle ore serali
    Ibridi Energia costante a costi ridott Costo dell’impianto più elevato

    Tipologia pannelli fotovoltaici: quanti tipi di pannelli fotovoltaici esistono?

    Non tutti i pannelli fotovoltaici sono uguali. La tecnologia in questo settore corre veloce e ci permette di scegliere tra diversi materiali, ognuno con caratteristiche e prestazioni differenti.
    E’ bene precisare che non esiste però una tecnologia generalmente migliore dei pannelli fotovoltaici, le loro caratteristiche vanno valutate in relazione ai contesti in cui devono essere installati.
    Le principali tipologie sono 4:

    Pannelli Monocristallini:
    Pannelli Monocristallini:

    La cella del modulo è costituita da un singolo cristallo di silicio. Le celle, in genere di colore scuro e di forma circolare oppure ottagonale, sono saldate tra loro e ricoperte da un vetro e da una cornice di alluminio.
    Il modulo monocristallino lavora meglio a basse temperature e ha un’alta efficienza, dal 15 al 20%. Per produrre 1KwP di potenza servono circa 6 metri quadrati. Il modulo ha una durata di circa 25 anni, deve essere posizionato in condizioni ottimali (verso sud e inclinato di circa 30°) ed è abbastanza sensibile agli ombreggiamenti.
    Il pannello è rigido ed è composto da un numero variabile di celle, tra le 60 e le 72.

    Pannelli Policristallini
    Pannelli Policristallini

    si ottiene riciclando componenti elettroniche di scarto e rifuse per ottenere una composizione cristallina compatta. Ogni cella è quindi composta da un insieme di cristallo di silicio. Produce più energia ad alte temperature, il rendimento si aggira tra il 14 e il 16%. Per produrre 1 KwP di potenza sono necessari 8 metri quadrati. Le celle sono di colore blu e di forma quadrata.
    Anche questa tipologia di pannello ha una durata di circa 25 anni ed è particolarmente sensibile agli ombreggiamenti, anche parziali.

    Film sottile amorfo

    hanno uno spessore di pochi millimetri, sono costruiti depositando strati di silicio su una superficie. Hanno un rendimento inferiore rispetto ai primi, attorno all’8 – 12%, ma sfruttano meglio la luce diffusa dell’irraggiamento solare. Per produrre 1 KwP di potenza servono circa 20 metri quadrati.
    Il film sottile consente una maggiore versatilità, può essere flessibile e integrarsi a vetrate e altri elementi architettonici irregolari. Può essere installato anche con un orientamento non ottimale, quindi anche in posizione orizzontale o verticale, in questi casi avranno un rendimento maggiore rispetto ai pannelli in silicio installati nella stessa posizione.

    Building integrated Photovoltaic Technology

    detti anche “pannelli ad alta concentrazione” sono l’ultima frontiera del fotovoltaico. Permette di integrare il pannello su finestre, pensiline in vetro.
    Utilizzano una tecnologia totalmente differente rispetto agli altri modelli. Convogliano i raggi solari su un’unica cella fotovoltaica attraverso un sistema di specchi e lenti. La loro efficienza di conversione arriva al 35-40%. Per produrre 1 KwP bastano meno di 3 metri quadrati.

    TIPOLOGIA CARATTERISTICHE VANTAGGI SVANTAGGI
    Monocristalli Ogni cella si compone di un singolo cristallo di silicio Alta efficienza
    Superficie contenuta
    Basse temperature
    Costi
    Sensibile alle zone d’ombra
    Orientamento obbligato
    Policristallini Ogni cella è composta da un insieme di cristalli di silicio Economici
    Tollerano le alte temperature
    Superfici più ampie
    Sensibile alle zone d’ombra
    Orientamento obbligato
    Film sottile amorfo Strisce di materiale fotovoltaico flessibile Versatilità
    Ideale per tetti curvi
    Spessore ridotto
    Efficienza media
    Building integrated Photovoltaic Technology Convoglia i raggi solari su un’unica cella fotovoltaica Efficienza
    Ottimizzazione dello spazio
    Estetica
    Costi

    Come abbiamo visto ogni tecnologia, ogni materiale ha le sue caratteristiche i suoi punti di forza e di debolezza che vanno valutati in base alle caratteristiche del luogo, dell’abitazione, delle necessità della famiglia. La scelta più importante però ricade nei materiali che devono essere di qualità. La nostra azienda acquista solo pannelli ad alta purezza e con standard industriali elevati.

    La qualità dei componenti è una degli aspetti più importanti dell’impianto è per questo che noi della Tecnogreen ci rivolgiamo prevalentemente ad aziende italiane leader del settore. Per quanto riguarda i moduli fotovoltaici ci rivolgiamo spesso alle aziende italiane Invent e Torri Solare mentre per gli inverter e le batterie all’azienda Zucchetti.

    L’estetica dei pannelli fotovoltaici

    In Italia, il paese che ha fatto dell’estetica e della bellezza il suo vanto mondiale, non possiamo non parlare dell’impatto visivo dei pannelli. Non solo per una questione prettamente estetica, ma anche normativa. In Italia, infatti, abbiamo diverse zone in cui vigono vincoli paesaggistici che impediscono di installare pannelli nel colore classico. Per questo alcune aziende da qualche anno hanno iniziato la produzione di moduli esteticamente molto gradevoli. Esistono già in mercato diverse soluzioni: tegole fotovoltaiche, pannelli integrati, pannelli colorati o trasparenti che permettono di mimetizzarsi o di far diventare il pannello un oggetto artistico e di design.

    Una delle aziende da cui ci riforniamo, l’azienda italiana Invent, ha ideato una linea i cui moduli sono caratterizzati da effetti unici con colori cangianti e tridimensionali adatti ad ogni tipo di ambiente e struttura.

    Grazie alla tecnologia Invisible Cell i moduli fotovoltaici diventano un’unica superficie omogenea ed è possibile realizzare disegni e grafici.

    Pannelli fotovoltaici 3 o 6 KwP, quale è la soluzione migliore?

    Come sempre, anche su questa scelta non esiste una risposta ottimale per tutti. Per calcolare la taglia giusta dell’impianto si deve tener conto di alcuni fattori:

    Non bisogna quindi commettere l’errore di paragonare la potenza di picco del nostro contatore (i classici 3 Kw) con la scelta della potenza dell’impianto. Il vostro consumo giornaliero sarà infatti molto più alto.

    Il corretto calcolo del dimensionamento deve essere quindi fatto da un tecnico in prims leggendo la vostra bolletta della luce e indagando soprattutto in quale fasce orarie viene consumata più energia. Altro elemento fondamentale sarà capire le vostre abitudini sul consumo di energia e quanta ne riuscirete a consumare durante il giorno, ossia quando il pannello produce.

    Questo fattore è di estrema importanza perché il vero risparmio si ha massimizzando l’autoconsumo istantaneo dell’energia prodotta. Un esempio chiarirà ancor meglio questo aspetto: 1KwH autoconsumato, quindi risparmiato in bolletta, vale circa 50 centesimi, 1 KwH prodotto, non consumato e venduto alla rete quindi, vale meno di 10 centesimi.

    Ecco dunque spiegato perché questi fattori sono così importanti per la scelta del giusto dimensionamento dei pannelli e anche per capire se è utile installare un impianto fotovoltaico con accumulo ed eventualmente di quali dimensioni.

    Per darvi comunque un’idea di massima possiamo dirvi che qualora abbiate un’asciugatrice, un impianto a pompa di calore e usate frequentemente il forno elettrico sarà necessario installare un impianto almeno da 6 KwP.

    Quanto risparmio e dopo quanto si ripaga un impianto?

    Mediamente un impianto fotovoltaico si ammortizza in 5 anni, ma considerando gli ultimi aumenti del costo dell’energia il tempo si sta ulteriormente riducendo. Un periodo così breve rispetto al suo ciclo di vita (oltre 20 anni) da renderlo uno degli investimenti più redditizi sul mercato.

    Ci sono dei fattori però che incidono in maniera importante in questo calcolo. Innanzitutto la latitudine, un impianto installato nel Centro-Sud Italia (quindi dal Lazio in giù) ha un irraggiamento maggiore rispetto al nord che diminuirà il tempo di ammortamento.

    Un altro elemento fondamentale è la capacità della famiglia di modificare le consuete abitudini sul consumo di energia. Da sempre noi siamo abituati a consumare la corrente elettrica prevalentemente la sera (perché è la fascia oraria che costa meno), mentre con un impianto fotovoltaico bisogna ragionare al contrario. Il picco di energia prodotta dall’impianto lo abbiamo nelle ore di sole, è quella l’energia gratuita che dobbiamo sfruttare per gli elettrodomestici che consumano di più: lavatrici, lavastoviglie, asciugatrici… magari impostandole con un timer.

    Quanto tempo ci vuole per installare un impianto?

    Meno di quanto possiate immaginare.
    Per installare un impianto non integrato da 3 o 6 KwP su un tetto impieghiamo circa due giorni. Un intervento assolutamente non invasivo che consente alla famiglia di non dover cambiare abitudini nei giorni di lavorazione.

    Installazione pannelli fotovoltaici tetto
    Dall’accettazione del preventivo, invece, il tempo per la preparazione di tutte le pratiche burocratiche, dell’acquisto dei materiali e della fine dei lavori è di media di circa 40 giorni.

    Pannelli fotovoltaici: i nostri installatori

    La competenza e l’affidabilità di elettricisti e installatori di pannelli fotovoltaici è senza dubbio uno dei fattori determinanti per il buon rendimento dell’impianto nel tempo.

    La nostra azienda si avvale solo dei migliori professionisti per l’installazione di pannelli fotovoltaici. Professionisti qualificati ed esperti che garantiscono una posa in opera impeccabile, curando ogni aspetto, tecnico ed estetico. Per ogni installazione garantiamo una squadra composta da almeno 3 persone: 1 elettricista e 2 installatori. 

    Prima dell’installazione verrà fatto un dettagliato sopralluogo con il proprietario dell’edificio per valutare lo stato energetico, il lastrico solare, i consumi e calcolare il potenziale risparmio energetico.

    Il nostro ufficio tecnico, basandosi su queste informazioni, redigerà un progetto personalizzato considerando le caratteristiche dell’abitazione, le dimensioni del nucleo familiare, i vincoli dell’area e le abitudini di consumo

    Dopo l’approvazione, gestiamo tutte le autorizzazioni necessarie, compreso il collaudo e la messa in esercizio degli impianti (SCIA, CIL, INAIL, VVF, Nulla Osta Paesaggistici e connessione impianti da fonti rinnovabili).

    La nostra squadra di installatori garantisce una posa in opera impeccabile, curando anche l’aspetto estetico.

    Attraverso app di monitoraggio, seguiamo con il cliente le performance dell’impianto nel tempo e ci occupiamo di tutti gli interventi di manutenzione straordinaria per garantire la massima produttività. Al termine del ciclo di vita del pannello (circa 25 anni), lo smaltimento è gratuito.

    Con Tecnogreen, hai un partner per un impianto fotovoltaico completo, dalla progettazione alla manutenzione.

    Quali sono gli incentivi per l’acquisto di un impianto fotovoltaico?

    Chi installa un impianto fotovoltaico può oggi usufruire di 2 agevolazioni riconosciute dallo Stato italiano:

    Bonus ristrutturazione 50%
    Bonus ristrutturazione 50%

    è una detrazione fiscale che può essere applicata a tutte le attività necessarie per l’installazione di un impianto fotovoltaico. Sono comprese dunque le spese professionali, i ponteggi, le perizie, la progettazione, l’acquisto dei materiali, il montaggio… Il tetto di spesa massimo è molto alto, 96mila euro ad unità abitativa, quindi più che sufficiente a coprire i costi di qualsiasi tipologia di impianto fotovoltaico. La detrazione fiscale ha un limite temporale di 10 anni. Scadenza: 31 dicembre 2024

     Iva al 10%

    da non sottovalutare è anche l’agevolazione che vede l’IVA per i pannelli e per le batterie al 10% invece che al 22%. Scadenza: Non sono previste scadenze.

    Non è una vera e propria agevolazione, ma nel calcolo dei vantaggi bisogna sempre tener conto del meccanismo di remunerazione chiamato: Scambio sul Posto.

    Se si sceglie l’opzione grid connect o impianto ibrido l’energia in eccedenza, ossia quella non consumata dalla casa e non immagazzinata nelle batterie, verrà venduta al Gestore dei Servizi Energetici (GSE) attraverso un accredito sul proprio conto.

    Non solo lo Stato, anche alcune Regioni favoriscono l’autoconsumo energetico attraverso dei fondi propri. Tra le Regioni più virtuose troviamo: il Friuli Venezia Giulia, la Sardegna, la Basilicata, il Veneto e la Lombardia che attraverso dei bandi agevolano l’acquisto dell’impianto e la formazione di comunità energetiche.

    Quanto costa un impianto fotovoltaico?

    Mai considerare i pannelli fotovoltaici un costo, l’impianto è un investimento, che si ripaga anche in tempi brevi.

    Il costo di un impianto chiavi in mano si compone di diverse voci:

    • Costo dei pannelli (circa 1500 euro a kWp)
    • Costo dell’inverter (circa 1500 euro)
    • Costo dell’installazione (circa 1200 euro)
    • Costo delle batterie di accumulo da 5KWh (circa 3000 euro) 

    Per un impianto dunque da 3KwP generalmente si spende intorno ai 7500 euro + Iva.

    Offerte fotovoltaico: la nostra speciale promozione

    Se stai cercando un impianto di ultima generazione a costi contenuti puoi approfittare subito della nostra speciale promozione riservata ai residenti di Roma e Provincia.

    La nostra migliore offerta di sempre, chiavi in mano, è dedicata sia ai pannelli fotovoltaici, sia alle batterie.

    Una promozione probabilmente unica per i prezzi più bassi del mercato e la qualità dei prodotti installati. Ma c’è di più, per chi vuole c’è anche la possibilità di approfittare di una promozione rivoluzionaria. Perché pagare una bolletta mensile quando con lo stesso prezzo si può avere un impianto fotovoltaico che produce energia pulita e a costo zero? La nostra promozione ti permette infatti di rateizzare il pagamento di pannelli fotovoltaici e batterie di accumulo, consentendovi di investire nell’impianto fotovoltaico anziché continuare a pagare bollette energetiche sempre crescenti.

    La nostra migliore promozione di sempre​

    ☀️Impianto fotovoltaico 6kWp +🔋 sistema di accumulo da 10kWh: ad un prezzo straordinario di € 5.990 (al netto della detrazione fiscale) + IVA 10%.

    Offerta fotovoltaico Promozione

    La nostra esclusiva promozione per l’installazione di impianti fotovoltaici è valida solo fino al 31 luglio ed è riservata esclusivamente agli abitanti dei comuni di Roma e della sua Provincia.

    L’offerta è comprensiva di:

    1. Pannelli fotovoltaici ad alta resa;
    2. Batterie di accumulo innovative:
    3. Inverter di ultima generazione;
    4. Autorizzazioni comunali;
    5. Allacci, collaudo e messa in esercizio degli impianto;
    6. Gestione delle pratiche;
    7. App per monitoraggio prestazioni.
    8. Assistenza post installazione;
    9. Rendimento garantito per 25 anni;
    10. Servizio di smaltimento gratuito.

    Pannelli fotovoltaici a Roma e Provincia

    Il nostro team opera su tutto il territorio nazionale, ma è la regione Lazio il centro dei nostri interventi più frequenti.

    Installazione pannelli fotovoltaici Roma e Provincia

    Il territorio di Roma  (specie nelle zone di Olgiata, Formello, Casal Palocco, Bufalotta) e della sua Provincia (in particolare nei comuni dei Castelli Romani e dei Monti Prenestini) è un luogo ideale dove installare un impianto fotovoltaico per le caratteristiche delle abitazioni e climatiche e l’assenza di sbalzi di temperatura significativi. 

    Installiamo pannelli fotovoltaici quotidianamente nel comune naturalmente di Roma, ma anche di San Cesareo, Colonna, Frascati, Grottaferrata, Monte Porzio, Rocca di Papa, Marino, Albano, Bracciano, Velletri, Genzano, Ciampino, Zagarolo, Palestrina, Valmontone, Colleferro, Tivoli, Guidonia, Fiumicino, Pomezia, Civitavecchia, Ardea, Nettuno, Cerveteri, Monterotondo, Ladispoli, Bracciano, Ariccia, Santa Marinella.

    Impianti fotovoltaici: le nostre conclusioni

    I pannelli fotovoltaici sono senza dubbio la soluzione principale per abbassare drasticamente i costi dell’energia. Una soluzione tanto più importante quanto più continueremo ad essere soggetti a crisi energetiche e improvvisi aumenti in bolletta.

    La formula che noi consigliamo caldamente ai nostri clienti è la soluzione combinata pannello + batteria che garantisce un notevole aumento dell’energia autoprodotta.

    Sono 2 però sono gli elementi più importanti per considerare l’impianto fotovoltaico l’investimento più importante sulla propria abitazione:

    •   Cambiare le nostre abitudini sul consumo di energia, concentrando l’utilizzo degli elettrodomestici nelle ore diurne;
    •   Progettare un impianto su misura. Dimensionare correttamente la potenza dell’impianto e delle batterie è fondamentale per ottimizzare i costi e ottenere le giuste prestazioni.

    Noi della Tecnogreen effettuiamo consulenze telefoniche, preventivi e sopralluoghi gratuiti nel Lazio (in particolare Roma e Provincia) per fare insieme una puntuale diagnosi energetica dell’edificio e dei consumi e indicarvi la soluzione migliore per le vostre specifiche esigenze.

    Se siete quindi interessati ad efficientare la vostra abitazione scriveteci alla mail info@tecno.green  oppure chiamateci al numero +39 0639744057  per una prima consulenza telefonica.

    Torna in alto
    ×